Costruzioni Cassarà

cookie informativi

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.

corner left-topcorner right-top
Costruzioni Cassarà
Costruzioni e ristrutturazioni civili ed industriali
corner left-bottomcorner right-bottom

Detrazioni fiscali

Guida ai Bonus Ristrutturazioni

Dopo il via libera del Governo alla proroga 2013 sulle detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e riqualificazione energetica, si sono moltiplicati i dubbi sulla modalità di fruizione dei bonus, previste dalla bozza di decreto legge che recepisce la direttiva 2010/31/UE sul risparmio di energia negli immobili.
Tra le novità, infatti, spiccano:

- Ecobonus 65% sulle spese documentate, sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013 (ossia dalla data di entrata in vigore del nuovo decreto), per interventi generici di riqualificazione energetica.
- Ecobonus 65% fino al 30 giugno 2014 per interventi di efficienza energetica che riguardano parti comuni degli edifici condominiali. 
- Detrazione 50% per acquisto di mobili in concomitanza con le ristrutturazioni edilizie, fino a 5mila euro (per spese fino a 10mila euro).

Si tratta in tutti i casi di detrazioni dall’imposta lorda per una quota pari al 65% o 50%, a seconda degli interventi effettuati, degli importi rimasti a carico del contribuente, ripartita in un numero di 10 quote annuali di pari importo.

Lavori e burocrazia

Prima di tutto, se si desidera usufruire dei bonus ristrutturazioni, è necessario chiarire che le spese per le quali si sta richiedendo l’agevolazione devono far riferimento a lavori effettuati realmente sull’immobile, così come riportati nella Dia (Documento inizio attività). Allo scopo di dimostrare che il lavoro è stato effettivamente eseguito, sarà necessario conservare le fatture intestate a chi ha eseguito i pagamenti. In caso di cantiere, è necessario comunicare alla Asl competente le informazioni reltive alla sicurezza. Per i condomini l’amministratore dovrà certificare il rispetto degli obblighi di legge in tema di sicurezza.

Pagamenti

Un vincolo importante riguarda il pagamento dei materiali e dei lavori oggetto della detrazione fiscale, che devono necessariamente avvenire mediante bonifico bancario o postale. Questo deve riportare il codice fiscale del contribuente, la partita IVA della ditta che esegue i lavori e come casuale i riferimenti alla legge che introduce le agevolazioni. Non sono oggetto di agevolazione, quindi non è necessario che vengano pagate con bonifico le spese relative agli oneri di urbanizzazione, le ritenute d’acconto dei professionistiche effettuano la prestazione, l’imposta di bollo, le concessioni e le necessarie autorizzazioni.

Avvio lavori

Tra la documentazione da conservare da parte delle ditte che effettuano i lavori, c’è il consenso all’avvio dei lavori da parte del proprietario dell’immobile.

Bonus 65%

Con solo riferimento alle detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici, che vengono innalzate al 65%, è necessario che venga inviato all’Enea (Ente per l’energia e l’ambiente), la documentazione sui lavori effettuati. L’attestazione ecologica andrà poi allegata alla prossima dichiarazione dei redditi (quella del 2014 relativa all’anno d’imposta 2013).
Infine, in caso di lavori a cavallo di più periodi d’imposta e sempre con riferimento al bonus del 65%, è necessario inviare all’Agenzia delle Entrate la relativa comunicazione mediante modello IRE. Nessun parametro di rendimento né pratica con l’Enea è invece richiesto per il bonus ristrutturazioni del 50%.

Rientrano nel bonus del 65% le sostituzioni di finestre, infissi, coperture, pavimenti, pannelli solari per la produzione di acqua calda, impianti di climatizzazione invernale, le pose di tendoni, pellicole filtranti sulle finestre e porte finestre che servano a facilitare l’isolamento termico dei locali. Sono invece escluse le sostituzioni di impianti di riscaldamento con pompe di calore e di scalda-acqua tradizionali.

Bonus arredi

All’acquisto di mobili – le anticipazioni ministeriali parlavano di arredi fissi (cucine, armadi a muro, bagni) – vengono applicate detrazioni fiscali pari al 50%, calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10mila euro. L’acquisto deve derivare da una ristrutturazione edilizia, quindi di fatto si tratta di un ulteriore incentivo, cumulabile con il bonus ristrutturazione.
Una novità che gioverà a 1.800 piccole e medie imprese del settore, salvando 8 mila posti di lavoro, favorendo i consumi (per quasi 1,8 miliardi di euro) e contribuendo a rilanciare l’economia nazionale.
Da precisare che non vengono coperti dal bonus arredi gli acquisti di televisori, elettrodomestici e computer.

Costruzioni e ristrutturazioni...

...dal 2002

Contatti

Ufficio

Corso Torino 55 , Vigevano (PV)

Fisso.: (+39)0381 310651

Mobile.: (+39) 338 2808913

Scrivici...

Seguici

Cookies policy

RIFERIMENTO NORMATIVO:
Direttiva 2002/58/CE del 12 Luglio 2012 - Regolamento CE n.2006/2004 - D. Lgs. 28 maggio 2012 n.69 - Codice in materia di protezione dei dati personali (D.L.196/2033): artt. 13, comma 3, e 122, comma 1 - Deliberazione Garante 22 novembre 2012 n.359;... 

Leggi tutto...

Costruzioni Cassarà di Cassarà Geom. Antonino - Sede legale Corso Torino, 55 - P.iva 01982570184